Tono di voce brand: che cos'è | Fabiana Veniselli

Il tono di voce (tone of voice in inglese o ToV) è il modo in cui un brand esprime la propria personalità attraverso le parole.

In comunicazione definisce il tipo di relazione che si vuole instaurare con il proprio pubblico. Se è freddo, allontana. Se è caldo, avvicina. Ti faccio un esempio.

Acquisti dei libri on line e ricevi una mail che suona così: gentile cliente, il suo ordine è stato inoltrato. Di seguito il riepilogo dei suoi acquisti. Questo è un tono di voce freddo, traspare gentilezza ma la distanza tra te e chi parla è enorme.

Pensa se invece avessi letto: ciao, abbiamo ricevuto il tuo ordine. Tutto ok, tra poco riceverai i libri che hai ordinato. Senti la differenza? Qui il tono si scalda, diventa più amichevole e colloquiale.

Nessuno dei due approcci è sbagliato, perché tutto dipende dal contesto, dall’interlocutore e dal tipo di relazione che si vuole instaurare.

Proprio come si ci concentra sul logo, sull’identità visiva e sulla palette di colori da usare, è importante anche curare anche la voce di un brand e il contesto verbale e linguistico in cui si muove.

VOCE E TONO DI VOCE: DIFFERENZE

La voce è la personalità, l’identità, il tratto distintivo che si manifesta attraverso le parole. La voce di un brand è quell’elemento che lo rendo unico e ha a che fare con il modo in cui vuoi fare sentire le persone che ti ascoltano. Non cambia mai ed è sempre coerente.

Il tono invece è il modo in cui si dice quello che si vuole dire e può variare in base al contesto. Per esempio, il tono che userai nel testo della mail per rispondere a un cliente sarà diverso (ma non troppo) da quello usato per la scrittura dei testi del sito web. La tua voce, al contrario, sarà sempre la stessa.

DI CHE COSA SI COMPONE IL TOV

Il ToV è la somma di decisioni:

  • semantiche. Riguardano la scelta delle parole in relazione al contesto e al destinatario. Un testo è coerente dal punto di vista semantico quando c’è compatibilità tra il significato delle parole;
  • linguistiche. Hanno a che fare con la selezione delle parole a livello del lessico;
  • stilistiche. A seconda del rapporto che un brand vuole instaurare con il suo pubblico userà un registro alto, medio o più basso e informale.
  • emozionali. Qui viene il bello: si ricerca il colore, le sfumature, la componente sensoriale e il mood che si vuole creare intorno al brand.

SINTONIA E COERENZA 

Il tono di voce diventa un alleato solo se è parte integrante della strategia di comunicazione. Non si decide a tavolino ma è il risultato di un lavoro di analisi che lavora sui valori di un brand, sul suo pubblico e sul suo posizionamento.   Molto spesso si pensa di avere un tono di voce definito ma poi la debolezza dal punto di vista della comunicazione emerge nelle cose più semplici.

Se per esempio ti rivolgi al tuo pubblico con un tono informale e scanzonato, poi non il customer care non può rispondere alle mail con Gentile cliente: è una questione di coerenza. E la coerenza, in comunicazione, è tutto.  Il tono di voce non si limita alle parole scritte della comunicazione, ma deve essere riconoscibile anche nella comunicazione verbale parlata, nel punto vendita o anche durante una telefonata.  

Questo è quello a cui mi riferisco quando parlo di sintonia: quando il nostro pubblico ha una percezione completa, coerente e armoniosa del nostro brand, qualsiasi sia lo spazio in cui si comunica.

TONO DI VOCE BRAND: A COSA SERVE

Il tono di voce potenzia la tua comunicazione in diversi modi:

  1. Rispecchia il tuo brand. Si adatta ai valori che esprime, alla tua identità ed è coerente con l’immaginario che richiamare nella mente delle persone. Esistono diverse tipologie di tono di voce: a ogni brand il suo.
  2. Lo rende più umano. I brand sono come le persone e parlano ed esprimono la loro personalità attraverso la voce che scelgono di usare.
  3. Ti distingue dalla concorrenza. Non avere una personalità definita è il modo migliore per farsi dimenticare. E un brand per farsi spazio sul mercato ha bisogno di essere percepito come diverso dagli altri.
  4. Migliora la customer experience. I tuoi potenziali clienti entreranno in contatto con il tuo brand in diversi luoghi digitali; sul tuo sito web, leggendo una mail del servizio clienti o i contenuti che posti sui tuoi canali social. Se il tono di voce è coerente, la percezione del tuo brand sarà positiva.
  5. Ti avvicina al tuo cliente ideale. L’obiettivo del tono di voce è instaurare un legame e creare la giusta sintonia che ti mette in contatto con il tuo pubblico. E la capacità di stabilire in contatto, vale anche nella vita, può davvero fare la differenza.

Vuoi capire come migliorare la tua comunicazione? Visita la mia pagina dedicata alla risorse gratuite, una biblioteca digitale che contiene i contenuti gratuiti che ho pensato e progettato per aiutarti, ispirarti e guidarti: scegli quello che ti serve!

Pin It on Pinterest