Quest’anno il Solstizio d’estate cadeva sabato 20 giugno – anche se per convenzione si dice che l’estate inizia sempre il 21. Il giorno più lungo dell’anno da sempre è accompagnato da tradizioni, celebrazioni e riti che accompagnano una nuova stagione che comincia. Una rinascita. Un nuovo inizio. Il tempo del raccolto se pensiamo alle antiche usanze legate all’agricoltura. Ma anche il tempo dei bilanci e della pianificazione futura.

Ci sono molti modi nel mondo per festeggiare l’estate che arriva.

A Stonehenge, per esempio, ogni anno (tranne questo causa Covid-19) migliaia di persone si danno appuntamento per aspettare insieme l’alba, seguendo l’antica usanza druida di dare il benvenuto al sole.

In Finlandia si accende il kokko, un falò di buon auspicio per inaugurare la nuova stagione proficua per l’agricoltura.

Anche in Spagna si organizzano falò dove si bruciano vecchi mobili e libri in segno di rinascita – anche se questa cosa di bruciare i libri non si può sentire – per festeggiare San Giovanni.

E anche in Italia, soprattutto al centro e al sud, si festeggia San Giovanni il 23 giugno. Secondo la leggenda la notte tra il 22 e il 23 giugno si muovono energie antiche e potenti, che hanno la capacità di influenzare gli uomini e anche le piante. Di rinnovare le energie dell’inverno rimaste sopite.

Tradizioni e usanze diverse, ma una cosa in comune: celebrare la rinascita e la forza di una nuova stagione. Fare un bilancio, il punto della situazione. Raccogliere i frutti di ciò che abbiamo seminato.

Solstizio d’estate: ispirazioni per il tuo business

Siamo tutti d’accordo sul fatto che non siamo gli antichi Druidi. Che i nostri ritmi di vita, purtroppo o per fortuna, non sono legati ai cicli dell’agricoltura. Eppure c’è qualcosa di affascinante in queste antiche ricorrenze che ancora oggi possono offrirci grandi insegnamenti e ispirazioni per il futuro.

Per esempio, per gli antichi il Solstizio d’estate era l’occasione per fare un bilancio. Perché era il tempo del raccolto e perché era il momento di capire cosa, e come, aveva funzionato al meglio nella pianificazione e nella gestione della terra.

Quindi ok, quasi nessuno è più alle prese con i ritmi della natura per pianificare le colture, la semina dell’inverno e il raccolto dell’estate, ma se la pensiamo come una metafora tutti coltiviamo qualcosa.

Un sogno. Un progetto. Un’idea diventata realtà che sta camminando sulle sue gambe da poco tempo.

E allora che questo solstizio d’estate sia l’occasione, per te, per me, per tutti, di festeggiare i successi (il raccolto) ma anche di fare un bel bilancio su quello che fino ad ora ha funzionato bene. Su quello che invece è andato così e così. Su quello che ancora si potrebbe migliorare per il tempo che verrà.

Consigli utili per la tua attivitàe anche per te!

  • Fai il punto della situazione sulla tua attività

Controlla come procedono i tuoi obiettivi. Li hai centrati? C’è bisogno di aggiustare qualcosa? Se sì fallo, per poi eventualmente tornare a verificarli alla fine dell’anno. Se qualcosa è andato storto cerca di capire perché. Aggiusta il tiro. Sperimenta. Mettiti in gioco. Ma non arrenderti, quello mai.

  • Pianifica i prossimi mesi

Questo è il momento della creatività. Pianifica i prossimi mesi: se ti viene in mente qualche nuova idea, scrivila e non lasciarla scappare. Nei mesi estivi tutto diventa più lento e il lato positivo è che c’è più tempo per potersi dedicare alla comunicazione, al sito, al blog e ai social. Fai una lista di tutte le cose che ci sono da fare; rivedere i testi del sito, sistemare il calendario editoriale o la programmazione dei post del blog o dei social.

  • Goditi i tuoi successi

Ricordati anche di fermarti per rigenerarti. Respira. Goditi il tuo successo, anche il più piccolo, e poi riprendi. Con più energia, carica e grinta!

Felice solstizio… e buona estate!☀️

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi