Il correttore di bozze è la persona che si occupa della revisione di un testo. In genere si tratta di libri, ma si può avere necessità anche di correggere le bozze di un documento professionale, di articoli destinati a blog o a riviste e così via.

Il suo lavoro è quello di intervenire sul testo per eliminare tutti i difetti, grafici e di contenuto. In altre parole il correttore di bozze va a caccia di refusi e lo fa in momenti diversi, chiamati anche giri di bozze, che servono per eliminare eventuali errori ancora presenti e per avere un testo corretto e perfetto.

In casa editrice il correttore di bozze può essere una figura che si dedica solo a questo, oppure può essere l’editor a occuparsene, in base all’organizzazione interna e alla grandezza della casa editrice (in genere nelle case editrici di piccole dimensioni tutti fanno tutto e capita a turno di vestire i panni del correttore di bozze a seconda delle esigenze).

Oppure, il correttore di bozze può essere un freelance: un libero professionista che lavora per diverse realtà, come le case editrici, le agenzie editoriali o anche per privati, singole persone che magari hanno scritto un libro, hanno deciso di pubblicarlo senza necessariamente passare dalla casa editrice e stanno cercando qualcuno che si occupi della correzione delle bozze del testo che hanno scritto.

Come si correggono le bozze di un testo

Le bozze si possono correggere in diversi modi. Si può farlo al computer, magari il pacchetto Adobe per poter usare Acrobat Reader, il programma che permette di modificare i PDF. Il rischio, però, in questo caso è quello di sentire gli occhi sanguinare nel giro di poco tempo perché sì, per correggere le bozze ci vuole tempo e trascorrere tanto tempo al computer con lo sguardo fisso per molto tempo sullo schermo non è il massimo. Oppure, si può farlo nella vecchia maniera.

Ossia, si stampa il testo da correggere e si inizia a correggere, su cart, rigorosamente muniti di matita rossa e anche di righello, che serve sempre. A questo punto, testo corretto alla mano, si inseriscono le correzioni a computer e, se si hanno ancora dei dubbi, si ristampa il secondo giro di bozze per ricominciare il controllo. (sì, nel caso di testi molto lunghi questa non è esattamente la soluzione più ecologica).

Le regole del correttore di bozze

Per correggere bene un testo ci sono diversi aspetti da prendere in considerazione. Non esiste un modo univoco e ogni redazione, per esempio, ha le sue norme redazionali da seguire. Quello che conta è che le norme siano sempre coerenti in tutto il testo, senza variazioni o modifiche in corso d’opera. Eccone alcune tra le più importanti.

La punteggiatura

  • I segni di punteggiatura, e questo vale per tutti, devono sempre essere a ridosso della parola che li precede.

Per esempio, nel caso della virgola, la versione corretta è:

per esempio, nel caso della virgola e non per esempio , nel caso della virgola

  • i puntini di sospensione devono sempre essere tre, né di più, né di meno. Devono essere a ridosso della parola precedente e staccati di uno spazio dalla parola successiva;
  • l’apostrofo si trova sempre a ridosso della parola. Es. l’apostrofo e non l ‘apostrofo;
  • gli accenti possono essere gravi o acuti. Quello grave si mette sulle vocali che hanno una pronuncia che non si distingue tra versione aperta o chiusa (a, i, u) mentre quello acuto si mette sulle vocali toniche nella variante chiusa e/e oppure o/o. Per esempio, perché si scrive con l’accento acuto (che vira verso destra).

La d eufonica

La d eufonica si usa solo quando si incontrano due vocali. Per esempio:

  • ed ecco
  • ad andare

Maiuscolo e minuscole

  • si usa il maiuscolo dopo il punto fermo;
  • i nomi dei mesi, dei giorni della settimana e delle nazionalità NON si scrivono in maiuscolo;
  • nomi della città, degli stati stranieri, delle vie, della piazze e dei monumenti si scrivono in maiuscolo.

Il corsivo

Il corsivo si usa nei:

  • titoli dei volumi e degli articoli;
  • per le espressioni in lingua straniera;
  • per le citazioni latine.

Le citazioni

  • Se le citazioni sono più lunghe di 3 righe si evidenziano in corpo minore tondo rientrato a destra e a sinistra, senza le virgolette « » e lasciando una riga di spazio;
  • Le parti mancanti della citazione si segnalano con i puntini di sospensione dentro le parentesi quadre […];
  • numeri delle note vanno devono trovarsi dopo la punteggiatura.

Le note delle citazioni

Le note delle citazioni sono molto importanti e vanno trattate con cura.

  • nomi e cognomi degli autori in genere si mettono in tondo;
  • gli autori si possono citare con il nome per esteso o soltanto con le iniziali;
  • quando si cita una casa editrice si rispetta le sequenza: editore, luogo di edizione, data e numero volume se necessario;
  • il volume si cita con autore, titolo, editore, anno.

I titoli

  • i capitoli in genere hanno i numeri romani: capitolo I, capitolo II e così via. Il titolo è maiuscolo e centrato;
  • titoli dei paragrafi hanno invece i numeri arabi in tondo. Il titolo è allineato a margine;
  • titoli dei paragrafi secondari hanno i numeri arabi in tondo (es.: 1.1.; 1.2.; 2.1.; 2.2.). Il titolo è in corsivo e allineati a margine.

La pazienza: l’ingrediente segreto del correttore di bozze

Per correggere bene un testo ci vuole tempo… e anche tanta pazienza. Non è un lavoro che si può fare nei ritagli di tempo e non è qualcosa che si può fare in una notte, quando gli occhi sono stanchi e l’attenzione non è al massimo. Per fare un lavoro fatto bene serve precisione e anche un occhio ben allenato per andare a caccia dei refusi.

Si tratta di un lavoro certosino, che oltre al tempo richiede anche la verifica della grammatica e il controllo della spaziatura e dei margini. E anche la immagini vanno controllate perché il testo, nel suo insieme, deve apparire al meglio.

Devi correggere un testo e non sai da dove partire? Scrivimi qui per avere informazioni o per richiedere un preventivo.

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi